Iniziative Culturali

centroculturale

INIZIATIVA CULTURALE 2005

iniz2005Con il patrocinio gratuito di Comune e Provincia, si è organizzato una conferenza pubblica venerdì 15 aprile. Il tema: Giovanni Calvino e la formazione della cultura europea moderna. Relatore: past. Pawel Gajewski, coordinatore del progetto editoriale: “Le opere scelte di Calvino” ed. Claudiana. Perché Giovanni Calvino? Stiamo vivendo la realizzazione di un “sogno” nato in parte dopo il secondo conflitto mondiale: la costituzione di una Europa dei popoli e delle genti rispetto ad una Europa degli stati sempre in conflitto. Per meglio comprendere le radici di questa nuova Europa, al di là delle divisioni confessionali, si è voluto proporre una riflessione sull’opera del riformatore di Ginevra, umanista e un padre della Riforma in Svizzera.

INIZIATIVE CULTURALI 2006

L’Associazione culturale “Centro Culturale Protestante” di Campobasso, seguendo gli scopi previsti da proprio statuto, ha organizzato per mercoledì 14 giugno, un convegno con più relatori sul tema: Laicità dello Stato e libertà di religione”. In un tempo nel quale si registra un forte “vuoto” della politica per l’assenza di risposte culturalmente serie alle questioni della libertà di religione e della laicità dello Stato, il Centro Culturale intende aprire un dialogo con la città attraverso una tavola rotonda pubblica invitando relatori di aree culturali laiche e non. I motivi che hanno portato l’Associazione ad intraprendere l’organizzazione di questo convegno sono da rintracciare nel tentativo di coinvolgere la città su temi che oggi assumono il carattere di fondamentale importanza per la costituzione di cittadini liberi e democratici. Si intende rivolgerci non solo a chi in città di Campobasso occupa responsabilità civili rilevanti o è preposto alla formazione delle giovani generazioni, ma a tutti coloro che ritengono basilare per il proprio futuro assumere un impegno responsabile nel vivere civile.

Relatori sono stati: prof. Daniele Garrone, Decano della Facoltà valdese di teologia, Roma; prof. Marco Parisi, Docente di diritto canonico, Università del Molise; prof. Sen. Luigi Biscardi.

UNA SCUOLA LAICAscuola_laica

Con la collaborazione del CIDI (Centro di Iniziativa Democratica degli Insegnanti) si è organizzato per giovedì 16 novembre un dibattito presso l’Istituto Magistrale. Tema: Un’alternativa laica all’ora di religione nella scuola pubblica. Relatore. prof. Nicola Pagano (autore del libro Claudiana: Per una “storia delle religioni”); prof.ssa Angioletta Invasile, presidente del CIDI di Campobasso. Certo l’incontro non ha esaurito le grandi questioni presentate, ma ha cercato di delineare un percorso per ulteriori approfondimenti. Ne citiamo uno in particolare: quello riguardante l’utilità di affrontare il tema del “fatto religioso” come percorso normale nella formazione culturale in ambito scolastico. Riteniamo così di sottolineare che, al fine di contribuire ad una formazione culturale libera da ideologie e da dogmatismi religiosi, e in vista di una cittadinanza responsabile, sia essenziale istituire un percorso disciplinare appropriato riguardante proprio il fatto religioso senza addivenire a imporre scelte precostituite in campo religioso. Proprio per meglio contribuire ad una formazione di libera e responsabile cittadinanza in una società multireligiosa, proprio perché la “fede religiosa” non sia imposta, ma sia il risultato di libere e personali decisioni di vita, proprio perché la scuola pubblica forma liberi cittadini democratici, riteniamo essenziale non scartare il confronto laico e critico riguardo al “fatto religioso” e alla “storia delle religioni”.

INIZIATIVE CULTURALI 2007
iniz_2007 Giovedì 15 febbraio, presso la Chiesa valdese, si è svolto un importante dibattito sul trema: Dalle “patenti” di re Carlo Alberto alla storia della Chiesa valdese di Campobasso”. Il dibattito è stato introdotto dal past. Giovanni Anziani che ha presentato il cammino storico del movimento valdese dal 17 febbraio 1848, data che ogni anno ricorda l’inizio del tempo della libertà per gli evangelici italiani, alle vicende legate alla costituzione della Chiesa valdese in città.

Giovedì 10 maggio si è svolto un pubblico dibattito sul tema: Libertà di religione, di coscienza e di pensiero”. Sono intervenuti: prof. Vincenzo Di Nuoscio, professore straordinario di Logica e filosofia della scienza presso la Facoltà di Scienze Umane e Sociali dell’Università degli Studi del Molise; past. Giuseppe Platone, pastore valdese a Torino e direttore del settimanale Riforma

Un importante appuntamento utile anche per rilanciare la richiesta affinché il Parlamento legiferi la istituzione di una “Giornata della libertà di religione, di coscienza e di pensiero”, meglio se il 17 febbraio (è anche la data, nel 1600, del rogo di Giordano Bruno), per continuare a riflettere e a formare le giovani generazioni sulla libertà di religione madre di ogni libertà.

Venerdì 21 dicembre si è organizzato un pubblico dibattito con la presentazione del libro della casa editrice Claudiana: Ernesto Borghi, Il Discorso della montagna. Relatore è stato don Michele Tartaglia, delegato per l’ecumenismo della Diocesi di Campobasso-Bojano. Vi ha partecipato un pubblico molto attento il quale si è interrogato sulle questione del cammino ecumenico tra cristiani, oggi.

INIZIATIVE CULTURALI 2008
Exif_JPEG_PICTURENel mese di maggio 2008 si è potuto organizzare la “Mostra sulla Bibbia di Giovanni Diodati” in collaborazione con l’Università del Molise e l’Ufficio per l’ecumenismo della Diocesi di Campobasso-Bojano, oltre alla FUCI cittadina. Oltre alla “mostra”, vi è stato, il giorno 15 maggio, una conferenza dal titolo: “Giovanni Diodati: traduttore della Bibbia”. Relatori: prof. Gilberto Marconi (Università del Molise), past. Emanuele Fiume (pastore valdese a Roma). Ricordiamo che nel dibattito è stato messo il risalto la necessità, oggi, di un diverso modo nell’accostarci al testo biblico perché la Bibbia non sia solo il testo della “religione”, ma il grande testo letterario indispensabile per la cultura contemporanea.

INIZIATIVE CULTURALI 2009

Exif_JPEG_PICTUREGiovanni Calvino a Campobasso. Giovedì 2 aprile 2009, presso l’istituto “Giuseppe Maria Galanti”, si è svolta una conferenza pubblica dal titolo: Giovanni Calvino: campione della modernità, organizzata dal Centro Cultura Protestante della città. Si è trattato di un momento culturale che ha coinvolto molti cittadini e rappresentanti delle istituzioni pubbliche. Era presente il direttore della biblioteca provinciale il quale ha portato il saluto del presidente della Provincia. La relazione iniziale è stata tenuta da Paolo Naso il quale ha presentato, in maniera particolare, quelli che possono essere chiamati, oggi, i “capi di accusa” contro Calvino: il processo e il rogo di Michele Serveto, l’etica del lavoro e i fondamenti del capitalismo, la salvezza e la doppia predestinazione.Ottimo il dibattito con molti interventi i quali hanno permesso la buona riuscita dell’iniziativa culturale; è stato possibile perciò approfondire i diversi argomenti toccati dal relatore. In particolare ci preme sottolineare il fatto che diversi interventi hanno posto la questione, oggi, della libera responsabilità dei cittadini a fronte di una cultura pubblica sempre alimentata dalla difesa di interessi di parte.

 

Il giornoExif_JPEG_PICTURE 2 dicembre 2009, nella sala conferenze della Biblioteca dell’Università degli Studi del Molise, a Campobasso, la Chiesa valdese e il Centro Culturale Protestante hanno organizzato una manifestazione culturale, patrocinato sia dalla Provincia di Campobasso sia dalle Edizioni Il Bene Comune, in occasione della pubblicazione del libro: Davide Cielo, I Valdesi a Campobasso, Edizioni Il Bene Comune, 2009. Il relatore è stato il past. Giorgio Bouchard il quale ha voluto proporre la lettura del libro di Cielo nel quadro più ampio della storia del protestantesimo meridionale. Il risultato è stata una interessante lezione sul movimento evangelico nel nostro Mezzogiorno dal XVI sec. ai nostri giorni. La tesi del relatore parte dalla domanda: esiste un popolo evangelico meridionale? E con uno sguardo ampio sugli avvenimenti che hanno caratterizzato la storia dell’Italia meridionale, Bouchard ha cercato di rispondere in modo positivo al quesito conducendo il folto pubblico presente in un cammino storico ricco di personaggi e di avvenimenti significativi.

INIZIATIVE CULTURALI 2010

iniz20010Da qualche anno vi è un tema che sempre più coinvolge sia la ricerca scientifica sia la società, sia gli addetti ai lavori sia i cittadini. Si tratta del tema del diritto all’autodeterminazione riguardo alla fine del proprio vivere. Si parla così di libertà di vivere e libertà di morire. Un tema che si è imposto alla coscienza di tutti e in particolare ha interrogato la politica per la lotta sofferta, ma finalmente vincente di un padre che voleva solamente rispettare la volontà della propria figlia: Beppino Englaro e sua figlia Eluana. Della vicenda Englaro e della sua battaglia civile si è parlato, in un affollatissimo convegno di cittadini e cittadine, venerdì 23 aprile 2010. Due i relatori: Beppino Englaro con la sua storia legata alla tragedia della figlia Eluana e la pastora Maria Bonafede, moderatora della Tavola valdese. Si è voluto proporre un dibattito utile la città, dibattito che vuole partire dalla ricerca di una libera azione nel rispetto della dignità della persona e della sua libertà di vita e di morte. Il convegno si è svolto nell’Aula magna del Convitto nazionale Mario Pagano e ha ricevuto il patrocinio del Comune e della Provincia di Campobasso oltre al sostegno delle Edizioni Il Bene Comune. Il titolo dato all’iniziativa è stato: libertà di vivere e libertà di morire: il testamento biologico. Il pastore valdese Giovanni Anziani, coordinatore del convegno, nell’introduzione ha posto in risalto le parole chiavi espresse nel titolo: libertà, vita e morire.

INIZIATIVE CULTURALI 2011

Exif_JPEG_PICTURENell’ambito delle celebrazioni del 150° Anniversario Unità d’Italia, il nostro Centro Culturale (con il patrocinio della Provincia) ha organizzato per giovedì 31 marzo, presso la Biblioteca “P.Albino” a Campobasso, una conferenza dal titolo: Il Risorgimento: una battaglia morale. Sono stati relatori: past. Giorgio Bouchard e prof. sen. Luigi Biscardi. Molto il pubblico presente e ottime le relazioni ascoltate. Apprezzati gli interventi di Piera Egidi riguardo alle figure femminili nel Risorgimento e del prof. Michele Colabella riflettendo sul ruolo della scuola.

INIZIATIVE CULTURALI 2012

iniz2012Laicità, democrazia e scuola. Si tratta del titolo di una interessante conferenza che si è svolta giovedì 15 marzo 2012 nella Sala della Costituzione della Provincia organizzata in collaborazione con il CIDI (Centro iniziativa democratica insegnanti) di Campobasso. Relatori: Stefano Levi Della Torre (Politecnico di Milano) e Rosamaria Maggio (vice presidente nazionale del CIDI). Levi Della Torre ho presentato alcune riflessioni in particolare prendendo spunto dal suo ultimo libro (Laicità, grazie a Dio, Einaudi 2012). La società civile è formata da due diverse componenti che si possono identificare nella religione e nella laicità. Oggi queste due forze sociali civili sono in conflitto e rompono un equilibrio positivo per la crescita democratica di un paese. La relatrice della seconda relazione, Rosamaria Maggio, si è soffermata su due tematiche particolari: la laicità dello Stato e il ruolo della scuola. Sul primo tema si è svolta una interessante riflessione partendo dalla sentenza della Corte Costituzionale di qualche anno fa, nella quale si affermava, appunto, la laicità dello Stato italiano. Ma quale è il ruolo della scuola? Una domanda che ha suscitato parte degli interventi del folto pubblico presente, domanda che comporta un nuovo ruolo degli insegnanti per una “pedagogia laica” (come è stato sottolineato) affinché ogni studente possa compiere libere scelte di formazione e di vita mentre gli organi statali sono garanti di tale diritto.